Banner
Abstract

Broncopneumopatia cronica ostruttiva: epidemiologia, costi sociali e
inquadramento clinico

pubblicato nel Novembre - Dicembre 2018 nella rivista Il Fisioterapista - fascicolo n.6
di Arnaldo Andreoli, Camilla Meneguzzo, Alessandro Robustelli

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è una malattia caratterizzata da infiammazione cronica con conseguente restringimento delle piccole vie aeree, distruzione del parenchima polmonare, disfunzione mucociliare e alterazione della meccanica respiratoria. La BPCO è una delle principali cause di morbilità e mortalità nel mondo e comporta un costo economico e sociale consistente e crescente. I principali fattori di rischio della BPCO sono il fumo di sigaretta e l’esposizione a inquinanti ambientali e professionali, compresi quelli indoor. Il sintomo cardine della BPCO è la dispnea cronica e progressiva, che comporta una significativa riduzione della qualità di vita dei pazienti. Per giungere alla diagnosi di BPCO è necessaria l’esecuzione della spirometria, che permette anche una valutazione della gravità della patologia. Sono inoltre utilizzate diverse scale di valutazione della performance funzionale e della qualità di vita dei pazienti.