Banner
Home prossimo numero Concussione cerebrale: dal riconoscimento tempestivo al return to…
Concussione cerebrale: dal riconoscimento tempestivo al return to…

Dal 2016 a oggi l’incidenza della concussione cerebrale sta raggiungendo valori significativi. È un infortunio ad alto rischio e non prevedibile sia nello sport sia nella vita di tutti i giorni e che può essere causato da incidenti domestici e stradali, infortuni professionali e sportivi o violenze fisiche. I numeri della si aggirano annualmente intorno ai 1,6-3,8 milioni di eventi concussivi: questa crescente epidemia di commozioni cerebrali negli anni recenti riflette l’aumento della preoccupazione dei pazienti e delle loro famiglie, causata della sovrabbondanza sia di informazioni sull’argomento, spesso poco evidence-based, sia di provider che offrono trattamenti miracolosi. Il mondo delle terapie post-commozione cerebrale viene descritto come il wild west, termine che fa emergere chiaramente il bisogno di creare degli standard terapeutici appropriati.